Stefano Montanari ed Antonietta Gatti si candidano per VITA al Senato.

|

“Rispondiamo all’appello di Sara Cunial e delle resistenza italiana”

Per i nostri figli, per i nostri nipoti, per la dignità di tutti, mia moglie ed io abbiamo accettato la candidatura con la lista VITA. Rispondiamo all’appello di Sara Cunial e delle resistenza italiana: noi ci siamo”. Così Stefano Montanari ed Antonietta Gatti hanno ufficializzato la loro candidatura per le elezioni politiche 2022 all’interno della lista unitaria VITA, nata per unire le forze coerenti del fronte del dissenso nazionale. Entrambi sono candidati al Senato della Repubblica. “Nel giro di un paio d’anni abbiamo visto stravolgere la scienza fino alle sue radici – in conferenza presso la Stampa Estera in Italia ha dichiarato Montanarifino ad incenerire le sue regole più elementari. Questo ha portato a dare una giustificazione ideologica ad una serie di mostruosità che possono diventare verità nella nostra società: dal cosiddetto scudo penale, che trasforma i medici in esecutori senza responsabilità, fino all’obbligo di inoculazione di un prodotto che non può essere chiamato farmaco, poiché non è stato sottoposto a nessuna sperimentazione. Un prodotto che oggi è diventato grottescamente segreto militare, su cui è reato svolgere qualunque indagine”.

Ad eccezione dell’On. Cunial, “il Parlamento che ci siamo lasciati crescere addosso è di fatto senza opposizione ed è compatto nel difendere interessi che nulla hanno a che fare con la sua sola ragione di esistere”, ha detto Montanari. “Questi personaggi, mansueti verso il loro padrone, hanno devastato il nostro paese, mettendo in ginocchio le imprese, le famiglie, la scuola.  Riprendersi sarà più faticoso di quanto fu nel dopoguerra degli anni ‘40 ma non abbiamo alternative, è nostro dovere farlo, per questo, per non derubare i nostri figli del loro futuro è indispensabile costituire una voce forte e chiara che ristabilisca la legalità e il rispetto rigoroso di quella costituzione oggi calpestata, che è la garanzia inalienabile che i governanti prestano ai governati.” 

Antonietta Gatti è una scienziata di fama internazionale, laureata in Fisica e specializzata in Tecnologie Biomediche è stata membro del Comitato Scientifico Nazionale del Ministero della Difesa (CPCM), Consulente della Commissione governativa sull’ uranio impoverito e le malattie correlate, oltre che coordinatrice di progetti di ricerca europei e italiani. Suo marito Stefano Montanari è invece un ricercatore indipendente, laureato in Farmacia, direttore scientifico del laboratorio Nanodiagnostics,

Sara Cunial, Presidente della lista unitaria VITA, nel ringraziare i coniugi Gatti e Montanari per la loro scelta di campo, ha poi ribadito l’importanza del progetto VITA come “riscossa nazionale, da cui potrà ripartire un futuro possibile, un mondo nuovo nel rispetto del diritto inalienabile di tutte le espressioni e manifestazioni della Vita, con il ripristino di tutte le libertà naturali e costituzionali”.

Guarda il video sul nostro canale youtube